COMUNICAZIONE UTENTI

Egregi,
Vi segnalo l'articolo apparso sul sito www.infomotori.com dove si apprende che anche il Presidente dell'ASI accoglie con soddisfazione la decisione di Regione Lombardia di confermare l'esenzione prevista per gli autoveicoli ultraventennali, iscritti nei registri di un club automobilistico riconosciuto.
In allegato il link che vi rimanda direttamente all'articolo in questione.
http://www.infomotori.com/infoflash/2015/04/01/lasi-commenta-con-soddisfazione-la-decisione-della/
Colgo l'occasione per porvi i più cordiali saluti.
Massimo Garavaglia

News da Regione Lombardia 9-04-15

News da Regione Lombardia

News da Regione Lombardia 02-04-15

1News da Regione Lombardia

News da Regione Lombardia 26-03-15

2News da Regione Lombardia

EUR SPA: GARAVAGLIA, PRENDIAMO ATTO NOTA BORGHINI, MA SCANDALO SOLDI LAVORATORI PER OPERAZIONI IMMOBILIARI

EUR SPA: GARAVAGLIA, PRENDIAMO ATTO NOTA BORGHINI, MA SCANDALO SOLDI LAVORATORI PER OPERAZIONI IMMOBILIARI

MILANO, 24 marzo 2015 - "Prendiamo atto della nota di Pierluigi Borghini. Resta in ogni caso uno scandalo il fatto che si usino i soldi dei lavoratori per salvare Eur Spa e la Nuvola di Fuksas, ammesso e non concesso che ci si riesca. Le considerazioni fatte permangono tutte quante nella totale validiità e resta uno scandalo anche l'uso di questi 300 mln euro e a questo punto ci chiediamo come mai abbiano preso la cantonata: Italia oggi, libero, dagospia, welfare noi, ... Probabilmente l'operazione è abortita sul nascere proprio grazie all'uscita di questa notizia, nel qual caso ne saremmo orgogliosi". Così l'assessore all'economia e bilancio di Regione Lombardia e coordinatore degli assessori finanziari in conferenza regioni Massimo Garavaglia replica alla nota del presidente di Eur Spa che ha voluto smentire e chiarire sui 3 miliardi dell'Inail alla società Eur Spa per salvarla dal default. 

DALL' INAIL 3 MILIARDI EURO A NUVOLA FUKSAS ED EUR SPA. GARAVAGLIA,  FACCIAMOCI L'INAIL REGIONALE

DALL' INAIL 3 MILIARDI EURO A NUVOLA FUKSAS ED EUR SPA. GARAVAGLIA,  FACCIAMOCI L'INAIL REGIONALE

MILANO, 21 marzo 2015 - ''Dopo questa, ci domandiamo che senso ha che lavoratori e imprese lombarde, venete, emiliane, versino i contributi all'Inail perchè se quest'ultimo a livello nazionale pensa di dare 3 miliardi di euro (tremila milioni) per Eur Spa e la Nuvola di Fuksas, tanto vale chiudere l'Inail e rifarcela noi su base regionale. Mentre noi in Lombardia aspettiamo da anni un piccolo contributo (8 milioni!!) dall' Inail per potenziare i centri per la riabilitazione degli invalidi sul lavoro che purtroppo nella nostra regione sono veramente tanti, l'istituto controllato dal Ministero del Lavoro mette sul piatto 3 miliardi di euro (tremila milioni) per salvare l'Eur Spa che a sua volta è controllato dal ministero dell' Economia per il 90 per cento e dal comune di Roma per il 10. Una operazione dai contorni loschi fatta appena 34 giorni dopo l'assemblea di Eur Spa in cui si decise di vendere una buona parte del patrimonio immobiliare per salvare la nuvola dell' archistar così da completare il Palazzo dei Congressi posto che Roma non ne ha bisogno''. Massimo Garavaglia, Assessore all' Economia e Bilancio di Regione Lombardia, nonchè coordinatore degli assessori finanziari in Conferenza Regioni commenta l'operazione finanziario-immobiliare posta in essere dall' Inail nei confronti di Eur Spa, una cosa, come la definisce l'esponente della Lega ''che mi provoca la nausea''. Se la d ata di consegna della Nuvola di Fuksas ''resta astratta e fumosa'', è palpabile e concreto, ricorda Garavaglia, ''il numero delle varianti che, in totale, ha portato a far lievitare di 34 milioni e mezzo il costo del nuovo centro congressi dell’Eur progettato dall’archistar e con un costo finale nel 2016 che arriva alla spropositata cifra di 414 milioni di euro''. Le indagini della Procura della Corte dei conti del Lazio si stanno concentrando proprio sul percorso che ha portato la stazione appaltante Eur spa ad approvare 10 varianti in 6 anni. Per non parlare, ribadisce ancora Garavaglia ''dei 100 milioni che Renzi anticipò come liquidità a Eur Spa nel dicembre scorso prelevandoli peraltro dal fondo per il pagamento dei debiti della Pa verso le imprese''.  ''L'Inail - è l'amara conclusione dell'assessore lombardo - ha fatto questa operazione con i soldi delle i mprese e dei lavoratori e il controllore del momento, il ministro Poletti (che è in una foto a tavola con Buzzi, arrestato per mafia capitale) deve dare spiegazioni di questa operazione dai contorni discutibili''.

News da Regione Lombardia 19-03-15

3News da Regione Lombardia

GRECIA: GARAVAGLIA, APPOGGIO PLATEA AMBROSETTI A VAROUFAKIS FA RIFLETTERE

GRECIA: GARAVAGLIA, APPOGGIO PLATEA AMBROSETTI A VAROUFAKIS FA RIFLETTERE

MILANO, 14 marzo 2015 - ''La sintesi dell'annuale Workshop The European House Ambrosetti è stato l'intervento del ministro delle finanze Yanis Varoufakis che ha covnvinto la platea, sicuramente non facile per lui, che ha condiviso le parole dell'esponente del governo Tsipras con un lungo, prolungato e sincero applauso a fronte di applausi di circostanza nei confronti di altri''. Sono le parole di Massimo Garavaglia, Assessore all' Economia della Regione Lombardia dopo aver partecipato al summit di Cernobbio, incentrato principalmente sulla crescita e sui modi con cui renderla sostenibile e inclusiva.  L'appoggio della platea di Villa D'Este al ministro Varoufakis, per Garavaglia ''fa riflettere'',  perchè, ragiona l'esponente della Lega Nord ''a questo punto è chiaro anche la classe dirigente del paese Italia condivide le preoccupazioni del ministro greco e le sue soluzioni che infatti sono state ben accolte. Si tratta di capire - fa presente Garavaglia - se a Bruxelles si intende cambiare politica, altrimenti è evidente che anche l'importante azione messa in campo da Draghi con il QE avrà benefici solo nel breve periodo''. Parlando nello specifico del caso Italia, Garavaglia è chiaro: ''i problemi della Grecia, fatte le debite proporzioni, sono gli stessi del nostro paese per cui non possiamo illuderci che l'attuale favorevole congiunzione astrale sia la soluzione a tutti i problemi. Infatti, da un lato questo prezzo del petrolio e questa quotazione favorevole euro-dollaro non dureranno a lungo, dall'altro dal Forum Ambrosetti è risultato chiaro che i nuovi vincoli europei, fiscal compact abbinato all'equilibrio di bilancio, non sono sostenibili''. Quindi, è la conclusione dell'assessore lombardo ''la soluzione al problema Grecia può essere la soluzione anche per l'Italia, altrimenti la non soluzione al problema Grecia diventa un serio problema per l'italia''.

SANITA’: GARAVAGLIA, IL GOVERNO TAGLIA, MA LA REGIONE CONTINUERA’ AD INVESTIRE

SANITA’: GARAVAGLIA, IL GOVERNO TAGLIA, MA LA REGIONE CONTINUERA’ AD INVESTIRE                                                  

MILANO, 13 Marzo 2015 – “Davanti ai tagli applicati dal governo centrale, Regione Lombardia non rinuncia ad investire per garantire servizi d’eccellenza ai propri cittadini. Ma i problemi da affrontare sono molti”. È intervenuto così Massimo Garavaglia, Assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione di Regione Lombardia, in diretta su Radio Padania. “La questione della sanità va affrontata a tutto tondo, guardando la realtà dei fatti. I costi aumentano principalmente per due motivi: l’invecchiamento della popolazione, e le spese per l’innovazione. Attraverso quest’ultima, per esempio, quest’anno potremo curare 50.000 persone grazie ad una pillola contro l’epatite. Ma queste innovazioni, costano. Cosa fa il governo davanti a tutto ciò? Taglia i fondi della sanità”. Gli ascoltatori che sono intervenuti durante la trasmissione, tra cui numerosi medici, hanno confermato le parole di Garavaglia, sottolineando anche la mancanza di personale e i costi delle cure agli extracomunitari. L’Assessore ha puntualmente risposto anche a proposito di questi temi: “Il fondo sanitario viene tagliato di 2 miliardi. Nonostante questo, Regione Lombardia dispone dell e risorse per assumere nuovi medici, ma a livello nazionale c’è il blocco delle assunzioni. Assurdo. Per combattere questa brutta pratica, il consigliere regionale Rizzi ha proposto una legge per assumere alcuni borsisti, pagati direttamente dalla regione. Per quanto riguarda le spese per gli stranieri temporaneamente presenti sul territorio, lo Stato deve rimborsare a Regione Lombardia almeno 100 milioni, ed è una stima prudenziale”. Il giudizio conclusivo è chiaro: “Regione Lombardia si sta impegnando su tutti questi fronti, e deve continuare su questa strada, per difendere i diritti dei cittadini lombardi e garantire loro la stessa, eccellente, sanità a cui sono abituati, nonostante qualcuno a Roma tenti di mettere i bastoni tra le ruote”.

SANITA’: GARAVAGLIA, IL GOVERNO TAGLIA, MA LA REGIONE CONTINUERA’ AD INVESTIRE

SANITA’: GARAVAGLIA, IL GOVERNO TAGLIA, MA LA REGIONE CONTINUERA’ AD INVESTIRE                                                  

MILANO, 13 Marzo 2015 – “Davanti ai tagli applicati dal governo centrale, Regione Lombardia non rinuncia ad investire per garantire servizi d’eccellenza ai propri cittadini. Ma i problemi da affrontare sono molti”. È intervenuto così Massimo Garavaglia, Assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione di Regione Lombardia, in diretta su Radio Padania. “La questione della sanità va affrontata a tutto tondo, guardando la realtà dei fatti. I costi aumentano principalmente per due motivi: l’invecchiamento della popolazione, e le spese per l’innovazione. Attraverso quest’ultima, per esempio, quest’anno potremo curare 50.000 persone grazie ad una pillola contro l’epatite. Ma queste innovazioni, costano. Cosa fa il governo davanti a tutto ciò? Taglia i fondi della sanità”. Gli ascoltatori che sono intervenuti durante la trasmissione, tra cui numerosi medici, hanno confermato le parole di Garavaglia, sottolineando anche la mancanza di personale e i costi delle cure agli extracomunitari. L’Assessore ha puntualmente risposto anche a proposito di questi temi: “Il fondo sanitario viene tagliato di 2 miliardi. Nonostante questo, Regione Lombardia dispone dell e risorse per assumere nuovi medici, ma a livello nazionale c’è il blocco delle assunzioni. Assurdo. Per combattere questa brutta pratica, il consigliere regionale Rizzi ha proposto una legge per assumere alcuni borsisti, pagati direttamente dalla regione. Per quanto riguarda le spese per gli stranieri temporaneamente presenti sul territorio, lo Stato deve rimborsare a Regione Lombardia almeno 100 milioni, ed è una stima prudenziale”. Il giudizio conclusivo è chiaro: “Regione Lombardia si sta impegnando su tutti questi fronti, e deve continuare su questa strada, per difendere i diritti dei cittadini lombardi e garantire loro la stessa, eccellente, sanità a cui sono abituati, nonostante qualcuno a Roma tenti di mettere i bastoni tra le ruote”.