A PROPOSITO DEL COMMENTO AL NOSTRO ARTICOLO SULL'ALTOMILANESE

Se parlare del PGT per l'Altomilanese è in questo momento una perdita di tempo significa aver perso di vista il compito delle forze politiche in un'Amministrazione comunale.
Le vicende del Sindaco Celeste e della sua maggioranza, per le quali abbiamo chiesto le dimissioni, sono nelle mani della Magistratura e non devono ulteriormente inficiare la normale attività dell'opposizione.
In attesa del giudizio finale a noi, come forza politica e ai cittadini, interessa il buon governo del territorio perché domani Celeste o non Celeste potremmo vedere il paese cambiare in un modo che non vogliamo mentre pensavamo ad altro.
Per questo lavorare sul PGT è per noi importante perché, malgrado il marasma in cui ci troviamo, abbiamo voluto dare il nostro contributo e non subire passivamente le scelte di questa Amministrazione.
Per l'Altomilanese si tratta solo di una bazecola in mezzo a un terremoto per noi si tratta del futuro del nostro territorio.

QUESTO PGT NON INCIDE SUI SERVIZI

Siamo basiti di fronte alla cecità di questa maggioranza nei confronti delle nostre osservazioni che volevano essere migliorative nel Piano di Governo del Territorio con indicazioni chiare affinché qualcosa tornasse sul piano dei servizi ai cittadini dall'occupazione di quel che resta del suolo del nostro paese.
Dopo ore di discussione in commissione siamo arrivati alla conclusione che non esiste la disponibilità da parte di quest’Amministrazione a collaborare per il miglioramento del PGT.
La maggioranza ha ormai perso di vista quello che è il bene del paese rifiutando un PGT condiviso.
Questo PGT deve arrivare all’approvazione in tempo così com’è, visti anche i soldi spesi.
Questa sembra essere la priorità della maggioranza e per questo, nonostante le osservazioni della Lega siano state ampiamente condivise sia dalle opposizioni che dall’Assessore incaricato al PGT, non verranno prese in considerazione con la motivazione di essere troppo generiche e invasive per quella che è la loro visione del piano.
Non importa se queste osservazioni sono migliorative per la ricaduta sui servizi pubblici, non c’è tempo, secondo noi non c’è la volontà, di intervenire sull’impianto presentato.
Se passerà questo PGT vedremo sfumata l’ultima occasione importante di poter avere ricadute forti per i cittadini, tenuto conto che con questo PGT Sedriano ha sfruttato ormai tutto il suolo a disposizione.
La vecchia filosofia di edificabilità in cambio di monetizzazione o della ristrutturazione di villa Colombo ad uso comunale non è accettabile, piuttosto meglio ricadute pubbliche riconoscibili e utili ai cittadini che dispensano l’Amministrazione dal dover pagare le opere pubbliche di tasca propria con una ricaduta sui Sedrianesi.
Si sa i Comuni sono con l’acqua alla gola e bisogna sistemare strade, scuole, assolvere a richieste di spazi che i cittadini richiedono e invece di risolvere questi problemi inserendone la soluzione in questo PGT si preferisce mettere gli specchietti per le allodole di difficile realizzazione.
Con le cessioni di aree previste in questo PGT avremo posteggi e orti di cui non si conosce l’ubicazione definitiva e forse villa Colombo ristrutturata per uso e consumo di pochi.
Ci basta? Noi crediamo di NO.



LOGO SITO ...........


ADERISCI ANCHE TU O RINNOVA L'ADESIONE 2014
CONTATTACI
SEDRIANO@LEGANORD.INFO
sos 2014

Inserisci testo per la ricerca

www.primailnord.org
www.leganord.org
www.leganordticino.org
www.lapadania.com
www.radio-padania.com
www.giovanipadani.org
www.senato.it
www.regionelombardia.leganord.org
da cek


1038-prima-il-nord

miglioclicca qui


100x140 - tasse + risorse
Federalismo2.jpg